Parlano Nadja e Bibinur, delegate al Congresso dei popoli dell’Oriente di Baku – 7 settembre 1920

Dal 31 agosto al 7 settembre 1920 si tenne a Baku, già allora un importante centro petrolifero e di lotte operaie, il Congresso dei popoli dell’Oriente, convocato dall’Internazionale comunista. Vi convennero, dopo lunghi, pericolosi e avventurosi viaggi, 1.891 delegati, di cui 1.273 comunisti, gli altri “senza partito”. Erano fortemente presenti i militanti turchi, persiani, armeni, georgiani, azeri, ceceni, ma anche molti provenienti dall’area asiatica centrale (Afghanistan, Turkestan orientale, Khiva, Buchara, Fergana, Samarcanda, Turkmenistan), dall’India e dalla Cina.

55 di loro erano donne. Non furono protagoniste di questo Congresso, ma fecero sentire – qui è il caso di dire: chiara e forte – la loro voce nell’ultima giornata dei lavori; una voce polemica anche nei confronti degli stessi delegati maschi, non pochi dei quali erano contrari ad integrarne tre di loro nell’ufficio di presidenza del Congresso (come poi, a maggioranza, e tra forti applausi, avvenne).

Abbiamo voluto qui riportare i due interventi delle delegate Nadja (del Partito comunista della Turchia) e Bibinur, delegata turkmena, ed affiancare ad essi l’appello delle donne partecipanti alla prima Conferenza panrussa delle attiviste comuniste dell’Oriente alle operaie e contadine della Russia dei soviet, tenutasi pochi mesi dopo. Sono documenti di un’alba rivoluzionaria per le masse femminili sfruttate e oppresse che, nei termini espressi da queste compagne un secolo fa, è durata troppo poco. Come si può vedere, le proletarie dell’Oriente e dei paesi di tradizione islamica non hanno certo atteso i bombardieri dell’alleanza delle democrazie occidentali, né le Ong e le truppe, o le troupe televisive “femministe”-coloniali al loro seguito, per tracciare la prospettiva della propria liberazione. L’hanno tracciata da un secolo, e ribadita in innumerevoli lotte, anche contro di loro.

***

Continua a leggere Parlano Nadja e Bibinur, delegate al Congresso dei popoli dell’Oriente di Baku – 7 settembre 1920