Verso un 8 marzo di mobilitazione e di lotta! – Comitato 23 settembre

Morta di stanchezza, morta di lavoro

Sara Viva Sorge, infermiera di 27 anni, si è schiantata con la sua macchina tornando a casa all’alba dopo 2 notti consecutive di lavoro, all’interno di un turno settimanale stressante, durante il quale si era trovata sola con 28 pazienti. Già allora il suo equilibrio stava cedendo, solo la solidarietà dei compagni di lavoro l’avevano protetta da una crisi di panico. Le stucchevoli lodi agli angeli delle corsie, l’ennesima “giornata di..” dedicata alle infermiere trasudano ipocrisia e non la riporteranno certo in vita.

La sua condizione è quella delle infermiere che in Italia e in tutto il mondo sono in prima linea a far fronte alla gestione dissennata dell’emergenza Covid. Migliaia di esse si sono autolicenziate, altre sono scese in lotta, reclamando la fine del loro supersfruttamento, che oltre a risucchiare le loro energie mette a repentaglio anche la salute dei pazienti. In Australia, a Sidney, migliaia di infermiere hanno sfidato il divieto di sciopero dopo anni, e sono scese in piazza, in corteo, verso il parlamento.

Continua a leggere Verso un 8 marzo di mobilitazione e di lotta! – Comitato 23 settembre