Per unificare le lotte contro la repressione di Coca Cola e Levoni

Comunicato congiunto dei sindacati Si-Cobas e ADL Cobas per unire le loro lotte contro la repressione anti-sindacale di, rispettivamente, Levoni a Modena e Coca Cola a Nogara (VR), e per lanciare quindi due giornate di mobilitazione unitaria. Un’iniziativa veramente importante.

dd

Mercoledi 5 e giovedi 6 aprile
Giornate di mobilitazione e sciopero a Nogara e Modena

Contro l’arroganza di Coca Cola e della ditta Levoni e l’uso di polizia privata e di Stato per reprimere le sacrosante lotte dei lavoratori

COCA COLA Nogara. Da 3 settimane è in corso uno scontro durissimo che vede, da una parte la multinazionale Coca Cola ed il consorzio Vega, i quali stanno tentando, con un ennesimo cambio di appalto, di eliminare 14 lavoratori iscritti ad Adl Cobas. A fronte della risposta molto determinata messa in campo dall’insieme dei lavoratori coinvolti nel cambio, che ha portato anche ad una occupazione del piazzale della Coca Cola ad opera dei lavoratori e delle loro famiglie, nella giornata del 29 marzo, Coca Cola schierava un plotone di guardioni che tentavano di impedire con un uso sproporzionato della forza (calci, pugni, uso di pistole elettriche) l’ingresso dei lavoratori e delle loro famiglie all’interno del piazzale. Nonostante le ferite riportate da alcuni lavoratori il piazzale veniva comunque occupato per ribadire ancora una volta che non si possono accettare discriminazioni nei confronti di lavoratori “colpevoli” di essersi organizzati con Adl Cobas e di avere rivendicato diritti, tra cui anche quello della “clausola sociale” che avrebbe impedito questa vera e propria azione di “pulizia sindacale”.

Siamo di fronte ad un atto ignobile che vede protagonisti una delle più importanti multinazionali, la Coca Cola, un’altra multinazionale Kuhene Nagel, due consorzi ed una cooperativa, che hanno studiato un piano di smantellamento di qualsiasi forma di resistenza sindacale.

ALCAR UNO/LEVONI. Modena. Da novembre è in corso uno scontro durissimo a seguito di un ennesimo cambio di appalto che ha comportato il licenziamento di cinquantacinque lavoratori iscritti al Si Cobas a seguito di una vertenza che durava da due anni. Continua a leggere Per unificare le lotte contro la repressione di Coca Cola e Levoni