Solidarietà agli operai TNT-FedEx e al SI Cobas (Operai Stellantis, CUB, Adl e Sial-Cobas)

Presa di posizione della CUB nazionale.

Presa di posizione dell’ADL-Cobas e del Sial-Cobas

Il commento di un operaio SDA di Pavia

Buongiorno, compagni miei, questo messaggio ai compagni della Tnt portati in questura a Piacenza e’ stato inviato dal governo per intimidire i lavoratori sulle rivendicazioni per i loro legittimi diritti, ma tutti devono essere pronti a sostenere i nostri compagni se gli viene chiesto di farlo. Per quanto riguarda il treno della lotta, non si fermerà e noi continuiamo a salire numerosi sulle carrozze del SI Cobas!

Texprint Prato: mai più schiavi! Vogliamo 8×5 per tutti – SI Cobas

Va avanti da 38 giorni lo sciopero organizzato dal Si Cobas alla Texprint di Prato, stamperia inserita nel cuore del Macrolotto, dove si colloca il distretto tessile del territorio.

Da 10 giorni, poi, gli operai bloccano giorno e notte lo stabilimento.

Le ragioni che hanno dato il via allo sciopero sono i turni di lavoro massacranti, 12 ore al giorno per 7 giorni la settimana, negazione di ferie, malattie e tutti i più elementari diritti: insomma un controllo totale sulla intera vita dei lavoratori.

I contratti sono quasi tutti di finto apprendistato come garanzia di precarietà continua, sgravi fiscali, retributivi, contributivi.

Dopo gli scioperi vittoriosi portati avanti dai lavoratori e dal coordinamento provinciale SI Cobas di Firenze e Prato, alla tintoria Sunshine e alla Tintoria 2020, che hanno liberato i lavoratori dalla schiavitù, dal ricatto del lavoro nero e conquistato regolari contratti di lavoro a tempo indeterminato, ora la Texprint rappresenta la nuova trincea in cui si combatte una durissima vertenza contro lo sfruttamento nel settore dell’abbigliamento e della moda del pratese: una lotta che deve fare i conti con i torbidi intrecci tra imprenditoria e mafia.

Continua a leggere Texprint Prato: mai più schiavi! Vogliamo 8×5 per tutti – SI Cobas

Giovedì 18 febbraio, in piazza a Roma contro il governo Draghi (Patto d’azione, SI Cobas)

Nessuna fiducia al governo dei padroni e delle banche!

Tra mercoledì e giovedì il nuovo governo presieduto da Draghi riceverà la fiducia in Parlamento da tutte le principali forze politiche, con il sostegno aperto della totalità degli industriali, delle associazioni datoriali, dell’UE, di CGIL-CISL-UIL e con l’acclamazione trasversale di tutti gli organi di informazione. 

Il nascente governo di unità nazionale ha già annunciato un’ampia ristrutturazione, a partire dalla spartizione delle centinaia di miliardi del Recovery Fund. Un passo ulteriore verso la direzione già segnata negli ultimi mesi di voler scaricare i costi di questa crisi sui lavoratori e sugli sfruttati autoctoni e immigrati.

I lavoratori, i disoccupati, i precari e la grande maggioranza degli studenti, stremati da un decennio di crisi economica e immiserimento, non possono riporre alcuna speranza in questo nuovo governo che, tramite la vuota retorica dell’unità nazionale, ha il compito di imporre ulteriori politiche antipopolari.

E’ necessario prepararsi ad una lotta serrata per la difesa del lavoro, a partire dalla battaglia contro lo sblocco dei licenziamenti, dei salari e dei diritti sociali.

Continua a leggere Giovedì 18 febbraio, in piazza a Roma contro il governo Draghi (Patto d’azione, SI Cobas)

A Piacenza la lotta operaia sconfigge il colosso TNT-FedEx (SI Cobas – Aldo Milani)

Pubblichiamo con grande piacere e partecipazione due comunicati del SI Cobas sulla lotta contro TNT-FedEx a Piacenza, che si è conclusa con una vittoria operaia. Sappiamo bene che il ripiegamento della Fedex non esclude affatto futuri nuovi attacchi, ma per intanto quello andato in scena nelle scorse settimane è stato respinto. E nella lotta è cresciuta la coscienza della forza e dell’organizzazione operaia. Non solo a Piacenza, evidentemente. E’ di particolare significato che i lavoratori di Piacenza e il loro sindacato abbiamo voluto “dedicare” la loro vittoria ai lavoratori in lotta di Liegi. La tessitura internazionale e internazionalista dell’organizzazione di classe, politica e sindacale, è il compito a cui dedicarsi con ogni energia. Compito da militanti veri della causa di classe.

Precede i comunicati un commento a caldo di Aldo Milani, coordinatore nazionale del SI Cobas. Il suo invito ad imparare dalla combattività e dal senso di coesione di classe di questi proletari immigrati, che è il nostro già dai tempi d’oro del Comitato Immigrati in Italia, va semplicemente accolto.

“È da sei anni che i lavoratori della logistica sono in lotta, ogni settimana 6, 7 picchetti, freddo, ore di sonno perse, solidarietà attiva spostandosi anche 100 km per sostenere il proprio fratello di classe, licenziamenti, pene infinite per i propri congiunti, gioia per la vittoria nel proprio magazzino, ma anche determinazione a sostenere il compagno del Cobas di un’altra città.

Per dirla tutta, vera lotta di classe.

Continua a leggere A Piacenza la lotta operaia sconfigge il colosso TNT-FedEx (SI Cobas – Aldo Milani)

La lotta degli operai Fedex di Piacenza è un esempio per tutta la classe lavoratrice (Patto d’azione anticapitalista)

Da oltre cinque giorni 300 facchini della TNT- Fedex di Piacenza sono in sciopero e presidiano senza sosta i cancelli del magazzino: due notti fa hanno resistito alle cariche e ai lacrimogeni delle forze dell’ordine intervenute ancora una volta a difesa dei profitti e dei piani di ristrutturazione della multinazionale americana, che proprio la scorsa settimana ha annunciato un piano di ben 6300 licenziamenti su tutta la filiera europea.

Questa lotta, partita dalla rabbia dei lavoratori a causa del rifiuto di Fedex e delle aziende d’appalto di riconoscere i premi di risultato per l’anno 2020 così come erano stati concordati in un accordo di secondo livello firmato nel 2019 dal SI Cobas con Fedit e con alcune delle più importanti aziende del comparto spedizioni, ha in realtà una radice ben più profonda, e si ricollega alle lotte altrettanto radicali che la scorsa primavera si sono sviluppate nel magazzino di Peschiera Borromeo a seguito del licenziamento di circa 60 facchini con contratto a tempo determinato che Fedex si era precedentemente impegnata a stabilizzare.

Continua a leggere La lotta degli operai Fedex di Piacenza è un esempio per tutta la classe lavoratrice (Patto d’azione anticapitalista)