La terra trema e i padroni hanno paura

sismografo

Nel basso Milanese anche gli operai della Rhiag si sono di fatto uniti al grande movimento di lotta dei lavoratori della logistica. Con l’appoggio di operai di altre aziende, i lavoratori della Rhiag hanno iniziato a lottare contro la condizione di sistematico sfruttamento che viene imposta anche da questa azienda, condizione di cui è responsabile anche lo zelante sindacato para-fascista UGL. Quando hanno visto i lavoratori alzare la testa i padroni della Rhiag si sono innervositi e hanno illeggitimamente licenziato i 13 lavoratori iscritti al SI.Cobas promotori della lotta.

Si capisce questa reazione. Come dicono i compagni del SI.Cobas, non si tratta tanto della violenza e dell’arroganza di chi è sicuro di sé. E’ una violenza nervosa. Quella che si sono abituati a considerare come terra da calpestare, cioè i lavoratori, inizia a mandare delle scosse di: qua e là la terra inizia a tremare. Solidarietà ai lavoratori della Rhiag! Mandiamoli gambe all’aria.

Di seguito il comunicato dei SI-Cobas.

QUANDO I PADRONI HANNO PAURA
13 LICENZIAMENTI POLITICI ALLA RHIAG DI SIZIANO

Da sempre i padroni giocano sulla povertà, sulla precarietà e sulle paure della classe operaia, soprattutto quella immigrata, imponendo salari da fame e condizioni di totale sottomissione, facendo crescere insieme ai loro profitti un settore parassitario (le finte cooperative che imperversano ovunque) il cui unico vero ruolo è stato quello di esercitare il massimo controllo sugli operai stessi per impedirne qualunque forma di opposizione sindacale.
 
Continua a leggere La terra trema e i padroni hanno paura